mercoledì 31 dicembre 2014

I Finizzi in Georgia

Non si conosce con precisione da quale regione d'Italia provenga la famiglia Finizzi. E' comunque certo che FINIZZI Ferdinando (Ferdinand Phinizy), iniziatore di questo fantastico percorso pionieristico sia nato a Parma nel 1760. Il giovane ha un infanzia tranquilla e serena sino quando la prematura morte di entrambi i genitori lo costringono a trasferirsi in Francia. Raggiunta l'età adulta si arruola tra le fila del reggimento delle truppe coloniali dell'esploratore La Fayette in procinto di partire per l'America. Giunto in nordamerica, Ferdinando, è impegnato nella guerra per le colonie americane e in parte nella guerra d'Indipendenza. Combatte in diverse occasioni contro l'esercito di occupazione inglese che utilizzando le tribù indiane alleate sconfina nei possedimenti francesi attaccando e distruggendo le fattorie dei coloni. E' una guerra sporca, dura ed aspra ma Ferdinando riesce a vendere cara la pelle e, alla fine del conflitto, si congeda con i gradi di capitano. Sposa una donna di Long Island e, in sua compagnia, si trasferisce nella contea di Wilkes in Georgia. In questo nuovo territorio “Captain Ferdinand”, così come lo chiamano nella regione del Long Creek s'impegna nella compravendita di grandi estensioni di terreni. Questo lavoro gli procura dei buoni risultati tanto che in breve tempo diviene uno dei più facoltosi uomini d'affari della regione. Si trasferisce a Lexington dove, impiegando parte dei suoi capitali , apre un grande emporio. Confortato dal successo della prima iniziativa, poco tempo dopo, apre nella città di Augusta sempre in Georgia un altro grande magazzino. Gli affari vanno a gonfie vele. Ferdinando, ha ormai fama di abile uomo d'affari e gode di ottimo prestigio. Gli agricoltori, i coloni, i cacciatori e gli avventurieri che passano per quelle terre sanno di potersi rifornire nei magazzini di Ferdinand Phinizy dove possono trovare tutto quello di cui hanno bisogno: tabacco, carne secca, badili, vanghe, armi e liquori. Ferdinando, intanto, ha avuto dal suo matrimonio ben cinque figli e proprio per dar sicurezza e tranquillità alla propria famiglia che si fa promotore di una coraggiosa iniziativa che gli vale l'ammirazione dei concittadini. A seguito delle continue scorrerie dei guerrieri indiani appartenenti alle tribù dei Cherokees, dei Creeks, dei Seminole e dei Chickasaw, Captain Ferdinand, organizza, a proprie spese, un compagnia di milizia cittadina. Rispolverando le vecchie nozioni militari acquisite durante il servizio nell'esercito francese, organizza una valida compagine armata che guida al successo contro le tribù ostili. L'impegno, il coraggio e il senso del dovere gli valgono i gradi di Maggiore della milizia. Nel 1793, si trasferisce nella Contea di Oglethorpe dove costruisce la dimora definitiva per la propria famiglia. In questa regione l'italiano muore nell'ottobre 1818. Le gesta, il coraggio e l'intraprendenza del pioniere Ferdinando Finizzi diventeranno un esempio per gli altri componenti della sua famiglia. Uno di questi è sicuramente FINIZZI Giovanni (John Phinizy). Si conosce poco della vita di questo pioniere anche se ha lasciato alcune evidenti tracce del suo passaggio nelle terre... continua

domenica 14 dicembre 2014

Canovas Sheriff

Raphael Bartolome Canova discende da una antica famiglia veneta ingaggiata dalla compagnia coloniale inglese del dr.Turnbull nel 1777 per bonificare e rendere fertili i territori della Florida. Questi coloni provenienti in gran parte dal Mediterraneo erano chiamati "Minorcans". Canova Bartolomeo Raffaele, nasce il 21 ottobre del 1821 a St. Augustine (FL). Non è nota la ragione per la quale il vecchio padre, Antonio Canova, abbia lasciato l'Italia ma è probabile che la forzata emigrazione sia stata causata da problemi di carattere politico-religioso. Bartolomeo, comunque è figlio del nuovo mondo e come tale vive in modo completo quello spirito d'avventura ed d'intraprendenza comune a tutti gli uomini dell'estrema frontiera. L'adolescenza di Bartolomeo è segnata dai duri ...continua

giovedì 13 novembre 2014

I Gesuiti e altri religiosi

La storia americana annovera fra i suoi illustri pionieri alcuni religiosi italiani che si son resi protagonisti di meravigliose imprese. Padre Michele Accolti è uno di loro. Nasce a Conversano (Ba) 29 Gennaio 1807 ed ancora fresco di studi è inviato in Oregon al seguito di padre De Smet. Negli inesplorati territori americani il giovane barese è subito messo a dura prova. Infatti, affronta con grande coraggio e determinazione un epidemia di peste che si diffonde, a causa dei topi, sul fiume Columbia. Un gran numero di indiani, componenti delle tribù dei Cascades, trova inevitabilmente la morte. Per questa ragione i componenti di altre tribù accampate lungo le rive del fiume, si dirigono verso Fort Vancouver nello Stato di Washington nella speranza di trovare assistenza medica. Gli anziani, i piccoli, le donne e i guerrieri stessi che non sono in grado di proseguire sono abbandonati lungo....continua

martedì 23 settembre 2014

Cesare Z. Prina visse a Tombstone in Arizona

La storia di quest'italiano è particolarmente avvincente. Cesare Z. Prina nasce in Lombardia nel 1862 in una modesta famiglia di artigiani. L'indigenza, le scarse opportunità di lavoro e qualche problema di carattere politico costringono il padre ad emigrare in America. Nel 1870, all'età di otto anni, il piccolo Cesare, in compagnia del padre, sbarca a New Orleans...continua






martedì 9 settembre 2014

Enrico T. Baldi, medico e buon cittadino

Il più anziano medico di Toledo, piccola cittadina della Contea di Tama nello stato dell'Iowa, è Enrico Baldi ( H.T. Baldy) laureato in medicina alla Università di Louisville nel Kentucky. Uomo di ottima reputazione, grande personalità, altissima moralità e professionalità. Discendente da un antica famiglia toscana attiva nella colonizzazione delle terre del nuovo mondo sin dalla fine del 700. Enrico, è figlio di Cristiano Baldi (Chris Baldy) e nasce a Catawissa nella Contea di Columbia in Pennsylvania il 29 dicembre 1819. Suo nonno, Paolo Baldi, da tutti conosciuto come Paul Baldy “le trapper”...continua

martedì 2 settembre 2014

Felice Pedroni e la sua Gold Rush

Felice Pedroni nasce a Trignano (Modena) nel 1858 in una famiglia di modesta estrazione. Quarto di sei figli, in giovanissima età, rimane orfano di padre. Ben presto, il giovane, si rende conto che per conquistare un futuro dignitoso deve emigrare. In un primo momento si trasferisce in Francia dove non ha grandi risultati. Nel frattempo le notizie che giungono dalla “favolosa” America cominciano a stuzzicargli la fantasia.. Ed infatti, già nel settembre 1883, Felice, ha già visitato gran parte dei territori dell'America del nord. Vive per qualche tempo in Oregon, successivamente in Colorado, in Illinois e nello Utah. Nel corso dei suoi viaggi, pur di sopravvivere, svolge i lavori più umili e faticosi. Per un certo periodo è maniscalco, garzone, minatore, manovale e spaccalegna. Lavori umili a mal pagati che poco si addicono alla sua avventurosa indole. Però è la ricerca dell'avventura, suo più grande sogno, a dargli la forza e la tenacia di resistere in quelle terre per certi aspetti inospitali e pericolose. Si trasferisce in Alaska e diviene cercatore d'oro. Qui dopo un lungo periodo di vane ricerche...continua

W. Paca, firmatario della Dichiarazione d'Indipendenza Americana

William Paca è uno dei firmatari della Dichiarazione d'Indipendenza americana. E' sicuramente una delle personalità più significative delle colonie del nord America. Le sue origini, pur essendo non del tutto chiare, sono da ritenersi, per la maggior parte degli studiosi, italiane. Guglielmo (William) Paca nasce nella Contea di Harford in Maryland 31 ottobre del 1740 da Giovanni (John) Paca ricco latifondista. La famiglia Paca originaria di Napoli o di Benevento di estrazione gentilizia emigra, a per motivi di carattere religioso, nella più ospitale e tollerante Inghilterra, dove trova immediato inserimento sociale sino ad intrattenere buoni rapporti con potenti uomini ...continua

giovedì 14 agosto 2014

John Bracco

Il territorio nel quale il pioniere Giovanni Bracco vive la propria esperienza di vita è quella parte dell'America del Nord che prende il nome di Maryland. Questo colono è sicuramente di nazionalità italiana anche se la sua regione di provenienza non è del tutto chiara. Per alcuni è un soldato piemontese che fa parte del corpo di spedizione del 3° Reggimento Piemonte del Regno Sabaudo mandato nel Nuovo Mondo a combattere a fianco degli americani nella guerr...continua

giovedì 7 agosto 2014

Generali

Generale Nordista Luigi Palma di Cesnola
Luigi Palma di Cesnola nasce a Rivarolo Canavese (To) il 29 Luglio del 1832. Il giovane, rampollo di una nobile famiglia, è educato nell'Accademia Militare reale di Cherasco. Nel 1860, sbarca a New York dove si rende subito conto che nei nuovi territori della frontiera americana il suo titolo nobiliare conta ben poco. Militare di professione, trova facile inserimento come ufficiale al servizio del distaccamento dell’esercito inglese. Nel frattempo organizza corsi d'insegnamento e di preparazione all'antico mestiere della guerra. Questo... continua

martedì 29 luglio 2014

Marre Luigi è “Cattle King” in California e Marre Angelo sceriffo a Little Rock

Quando si parla di pionieri che hanno contribuito a rendere vivibile la California Centrale non si può fare a meno di elogiare Luigi Marre. L'avventuroso italiano nasce a Borzonasca in provincia di Genova il 7 agosto del 1840. Di corporatura robusta, alto, di bell'aspetto, risoluto, autorevole ed intelligente, Luigi Marre, sin da ragazzo, è affascinato dai racconti provenienti dalle terre del nuovo mondo. Figlio di un commerciante di carni, Luigi, non ha mai sofferto la fame tanto che quando manifesta l'intenzione di emigrare verso le terre americane si scontra con la disapprovazione del vecchio genitore. Ostacolo che supera dopo aver promesso al padre che sarebbe tornato in patria dopo tre anni e che non avrebbe mai lavorato a salario A suggello dell'accordo, il vecchio padre, regala al giovane pioniere un piccone. Nel 1864 è già a San ... continua

venerdì 27 giugno 2014

I Formento Medici e Combattenti

I componenti della famiglia Formento hanno contribuito in modo concreto allo sviluppo e alla colonizzazione delle terre del nuovo mondo. Il decano di questi avventurosi piemontesi è certamente Formento Felice Senior che nasce a Torino nel 1790. Nel 1813, appena laureato in medicina, si arruola nell'esercito di Napoleone. A seguito della sconfitta dell'Imperatore francese, Felice Formento, è costretto .... continua

giovedì 29 maggio 2014

Il signor Pinella da Napoli diventa Mr. Pine in Illinois


Il cognome “Pine”, francamente, non è molto diffuso in Italia anche sé, nelle contrade napoletane, vi è un numeroso nucleo di famiglie “Pinella”. Verosibilmente, questo ceppo di emigranti napoletani veniva individuato in terra americana con una pronuncia del “Pinella” (Painel) che assomiglia molto al fonetico “Pine” (Pain). L'abitudine a questo nuovo suono di pronuncia ha comportato la definitiva adozione dell'inglesizzato “Pine” ... continua